giovedì 22 maggio 2014

Il grande BANG del genere erotico!

[Attenzione i contenuti potrebbero turbare qualche povero lettore mal capitato]
Il 2013 è stato l'anno dei libri distopici, young adult, post-apocalittici, ma anche del genere erotico, chi ormai non ha letto almeno uno dei libri a luci rosse che sono stati pubblicati? 
E il 2014 non sembra essere da meno!
Se ne trovano davvero tanti nei negozi, molte pubblicità su internet ci mostrano le copertine, i book trailer, ecc.  
Dall'uscita di 50 sfumature di E.L. James ci troviamo sommersi da autori emergenti, che tentano di sfondare sfruttando la moda del momento, e autori che hanno già avuto la loro fama ma che vogliono rientrare in pista sempre grazie alla moda del momento (esatto, Anne Rice sto parlando proprio di te!).
Da un lato mi fa piacere che ci sia più libertà nello scrivere riguardo a certi argomenti, dall'altro mi dispiace come molti libri siano riusciti a banalizzare tutto e a rendere odiato questo genere alla sottoscritta.
Premetto non ho niente contro chi scrive o legge questo genere di libri, e neanche contro i libri in se e il loro contenuto, ma dopo averne letto alcuni non ne ho trovato uno che mi facesse dire "vale la pena leggerlo", troppo simili gli uni agli altri, personaggi sempre uguali, scene trite e ritrite. Non è per l'argomento che trattano, ma è proprio della loro banalità in sé di cui vi voglio parlare.
A me, come immagino sia successo anche ad altri, mi è venuta in mente la fatidica domanda:
Ma chi accidenti li compra questi libri?
Per alcuni la risposta è le casalinghe over quarantacinque, può essere che stanche della monotonia quotidiana e da un marito insoddisfacente si rifugino nei libri, ma non solo, purtroppo non sono soltanto loro a comprare questo genere di libri, ci sono anche le adolescenti che cresciute in alcuni posti dove il sesso è il più grande tra i taboo leggono questo genere di libri durante la loro fase di trasgressione, ne conosco alcune personalmente.
E poi ci siamo noi, noi che recensiamo, noi lettori compulsivi, noi che prima di dire "non mi piace" dobbiamo sorbirci ore di estenuante lettura, che anche se sappiamo che sarà un'emerita scemenza dobbiamo leggerlo per scrivere o dire alle altre persone quanto quel libro sia una completa idiozia.

Ma prendiamoci un attimo per riflettere su cosa c'è all'interno di questi libri, come sono scritti e chi sono i personaggi, perché una volta che ne hai letto uno, li hai letti tutti.

Protagonista femminile: Incredibilmente bella, ma non sa di esserlo perché insicura di se stessa, lavora sodo ma non riesce a sentirsi all'altezza della situazione. Tutti i ragazzi le vanno dietro, e solitamente ce ne sono un paio innamorati di lei ma lei non se ne accorge. Solitamente ha una migliore amica che è l'esatto opposto, super festaiola, piena di amici, esce tutte le sere, è bellissima, ma non quanto la protagonista, e ci sa fare con i ragazzi.
Curiosità: la protagonista è inesperta, molto probabilmente vergine, incapace di 
utilizzare la tecnologia (infatti non usa un telefonino ma un telegrafo, in casi estremi si arma di piccione viaggiatore), vivrà in un appartamentino microscopico e scadente insieme alla sua coinquilina/migliore amica. Non conoscerà niente di musica classica o di cinema o di teatro, è ingenua, sciocca, meglio ancora se ha un QI a due cifre, è povera in canna, si veste male (perché a vent'anni e passa non riesce a vestirsi da sola), non si trucca e tiene i capelli raccolti (perché attenzione le donne con i capelli raccolti perdono il loro fascino!).

Protagonista maschile: Perfetto. Credo che si possa descrivere così ma se presta attenzione ci sono diverse sfaccettature nella sua perfezione. E' intelligente, bellissimo (neanche Apollo potrebbe competere con lui), le donne gli muoiono dietro, è uno stronzo colossale, ci sa fare con le donne e ha più carisma di un venditore di macchine. Solitamente è capo/proprietario di una qualche ditta/agenzia, e spesso e volentieri lavora nel settore economico. Ma attenzione: ha un passato difficile alle spalle e per questo non riesce a legarsi emotivamente a nessuna donna e cambia partner più spesso di quanto cambi le camice.
Curiosità: il protagonista maschile è super tecnologico con tutti i modelli (esistenti o no) di macchina, telefono, gps, ma possiede anche oggetti rari come una chiave universale, il Sacro Graal e il segreto per raggiungere il Nirvana. La sua casa è più accessoriata della Bat Caverna, e sicuramente con un sistema di sicurezza più efficiente. Ha l'intera FBI al suo servizio, senza la quale non riuscirebbe a pedinare e stalkerare la preda fanciulla.



Situazione iniziale: La protagonista è in una situazione difficile o con la famiglia che vuole che trovi un fidanzato, o con un fidanzato di cui però non è realmente innamorata, oppure completamente single e concentrata sul proprio lavoro dove però sta avendo problemi. Qui entra in scena la migliore amica della poveretta che verrà trascinata a qualche mega party di lusso, che lei odia, o dovrà fare una qualche attività che odia, solo per non far dispiacere la sua amica. Ma ricordate, il party è la soluzione per tutto.
Curiosità: la migliore amica ha una fissa per i ragazzi, la musica pop, lo sfoggio della ricchezza, il lavorare poco guadagnando molto, vestiti succinti che mostrano più di quanto faccia il costume da bagno, tacchi vertiginosi senza i quali sarebbe comunque alta più di un metro e settanta. La funzione della migliore amica è puramente ornamentale ma serve alle lettrici per sapere che il protagonista maschile non sceglierà lei, dato che solitamente gli idioti stanno con gli idioti, ma la nostra cara protagonista.

Incontro tra i nostri due protagonisti: I due incrociano i loro sguardi in mezzo ad una folla di persone, alla festa sopracitata dove l'amica l'ha trascinata/ un colloquio di lavoro/ o qualsiasi altra attività che la protagonista ritiene estremamente imbarazzante. Ed è pura magia, fuoco e fiamme, fuochi d'artificio, esplosioni (come quando si mettono le mentos in una bottiglia di coca cola). Praticamente la nostra protagonista geme soltanto guardando il protagonista, poi non parliamo di quando lui la sfiora delicatamente o le parla con voce suadente.
Curiosità: Tra i due protagonisti sarà amore a prima vista, ma lui soffocherà le sue emozioni per cercare subito di portarsela a letto. Adesso il nostro protagonista sfodererà tutto il suo arsenale per flirtare e sedurre la protagonista e convincerla a intraprendere una relazione (puramente sessuale perché ricordiamoci che il protagonista ha vissuto un qualche tipo di trauma e a causa di questo non si lega emotivamente a nessuna).

Il corteggiamento: non esiste. Infatti per conquistare la nostra protagonista il protagonista dovrà solo stalkerarla tramite i suoi contatti all' FBI, si farà trovare sul suo posto di lavoro, cercherà l'indirizzo della sua casa, di quella dei suoi genitori e dei suoi nonni, si assicurerà che non frequenti nessun ragazzo (con ogni mezzo possibile). Perché al giorno d'oggi andare al cinema insieme e un mazzo di fiori sono troppo sessisti, meglio cercare di comprare la ragazza che si vuole conquistare con ristoranti costosi, vestiti d'alta moda e macchine di lusso.

La relazione: finalmente la protagonista ha ceduto e ha iniziato a frequentare il protagonista, naturalmente da bella e delicata creatura virginea si trasforma in una bomba sexy (pur continuando a rimanere innocente e delicata agli occhi del protagonista). E dato che lui è un dominatore, e lei è perfetta per fare la sottomessa, inizia ad insegnarle tutto ciò che sa di quel magnifico e luccicante mondo che è il sadomaso. Perché ricordiamoci, lui è un uomo vero e non può essere nient'altro che un dominatore, lo trovate sessista? Ma noooo, è così rommmmmantico :3
Curiosità: il corteggiamento da parte del protagonista inizia adesso, infatti sebbene si sia innamorato dell'innocenza e della semplicità della protagonista cerca di cambiarla in tutti modi, dall'abbigliamento agli oggetti di tutti i giorni. Inizierà così a comprarle una macchina, un telefono, un computer, un lavoro nuovo, un nuovo appartamento, una carta di credito illimitata, una personal shopper, una schiava, una dama di compagnia e un menestrello per i momenti di noia.

Il finale: Non importa che la fine arrivi dopo un libro, dopo tre o dopo un migliaio, la fine arriva prima o poi per tutte le saghe. Nonostante il finale sia una cosa soggettiva, che ognuno può scrivere a piacimento senza regalo e restrizioni, le autrici riescono a scrivere tutte quante lo stesso finale: la protagonista capisce che gli piace il sadomaso e il protagonista capisce che non può rinunciare all'amore che prova per la protagonista. Perciò i due continuano a stare insieme a legarsi e a frustarsi perché si ammmano tanto.
Grazie mille per aver letto questo interminabile e confusionario post ;)
Ma ora voglio sapere, quanti libri con questo tipo di trama avete riconosciuto? Fatemi sapere!

10 commenti:

  1. "E poi ci siamo noi, noi che recensiamo, noi lettori compulsivi, noi che prima di dire "non mi piace" dobbiamo sorbirci ore di estenuante lettura, che anche se sappiamo che sarà un'emerita scemenza dobbiamo leggerlo." In questa frase mi ci riconosco tantissimo!!!! :P
    E per il resto... è uno splendido post! Ho riso tantissimo :) e non posso davvero darti torto! :)

    RispondiElimina
  2. Grazie mille ^_____^
    Meriteremmo un riconoscimento speciale per aver letto certi libri :3

    RispondiElimina
  3. Ahahahahahahah bellissimo Robin XD concordo su tutto!
    io ne ho letto qualcuno "erotico" ma che in realtà non era proprio erotico XD se sono divertenti magari..altrimenti proprio no!

    RispondiElimina
  4. Ah ah ah XD genere che mi rifiuto di leggere :P

    RispondiElimina
  5. #Giusy neanche io ne ho letto molti, ma bastano e avanzano per farmi mettere una grossa X su questo genere xD non fanno per me!

    RispondiElimina
  6. #Francy non riuscirei neanche a consigliarlo questo genere!

    RispondiElimina
  7. Sarò piena di pregiudizi, ma a me questo genere ricorda tantissimo le allucinanti fanfiction erotiche che si possono trovare su efp. Quelle che quando cerchi di immaginarti cosa sta succedendo e come ti ammazzi dal ridere.
    Sarà perchè ell'apripista l'autrice non riesce a scrivere vagina e clitoride.

    Sul serio, nel primo 50 sfumature, si sa solo che succede tutto "lì".

    RispondiElimina
  8. Se non sbaglio proprio 50 sfumature è nato come una fanfiction di Twilight :3 il che fa capire molto...
    In quanto a provare a capire quello che succede ci ho rinunciato da tempo!

    RispondiElimina
  9. Ciao ti faccio i complimenti per i post che mi ha fatto morire dal ridere oltre che riflettere su questo argomento in cui ahimè non posso darti torno.
    Ho letto le 50 sfumature perchè ero curiosa di sapere cosa fosse questo libro dal successo mondiale per poi rendermi conto che era tutto fumo e niente arrosto, in due parole orribile. Devo ammettere che mi aspettavo tutt'altro da un genere del genere..cioè secondo me è sbagliato far ruotare tutto intono al sesso o hai gusti strani di qualcuno credo che per non cadere nel banale dovrebbero avere un fondo psicologico, dovrebbero far riflettere su qualcosa e non essere un libro su rapporti dominatrici e sottomesse, questo a mio modesto parere ovviamente. Di certo concordo con te quando dici che prima ce n'era qualcuno mentre adesso siamo pieni.

    Buone letture :))

    RispondiElimina
  10. Si, adesso siamo proprio sommersi da questi libri, ma ce ne fosse uno decente! ;)
    Molte delle autrici non hanno capito che il genere di un libro non indica l'unico argomento di cui deve trattare, loro scrivono solo scene erotiche il resto è solo un vago e confuso contorno che dovrebbe rappresentare la trama :3

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio se vi va ;)

Related Posts Plugin for Blogger...