giovedì 22 gennaio 2015

Recensione di "The Winner's Curse" di Marie Rutkoski

Buona sera cari lettori!
Questo mese le mie letture in inglese non sono state molte, ma se per questo neanche quelle in italiano, ma sono state tutto sommato molto piacevoli.
Oggi eccovi la recensione di un libro, ancora inedito in italia, che è stato una lettura particolarmente piacevole e sorprendente.
TitoloThe Winner's Curse
Pubblicato negli USA nel 2014
Inedito in Italia
Genere: young adult
Casa editriceBloomsbury
Lingua originaleinglese
Trama: In quanto figlia del generale di un vasto imparo che schiavizza i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha due opzioni: può arruolarsi nell'esercito o sposarsi. Ma Kestrel ha in mente qualcos'altro.
Un giorno, si sorprende di trovare la sua anima gemella in un giovane schiavo messo all'asta. Gli occhi di Arin sembrano sfidare tutto e tutti.
Seguendo il suo istinto, Kestrel lo compra, con inaspettate conseguenze. Presto dovrà iniziare cercare di nascondere il suo crescente amore per Arin.
Ma anche lui ha un segreto, e Kestrel impara presto che il prezzo che ha pagato per un simile umano è molto più alto di quanto avesse mai potuto immaginare.
Ambientato in un mondo nuovo e fantastico, The Winner's Curse di Marie Rutkoski è una storia di giochi mortali dove tutto quanto è in ballo, e la scommessa è se tenersi la testa o perdere il proprio cuore.
[La trama l'ho tradotta io da Goodreads, se la utilizzate citate la fonte]
L'autrice: Marie Rutkoski è cresciuta a Bolingbrook in Illinois. Si è laureata alla University of Iowa e specializzata presso la Harvard University. E' l'autrice del romanzo YA The Shadow Society e della serie per bambini The Kronos Chronicles. Attualmente insegna Drama Rinascimentale presso il Brooklyn College. Vive a New York con il marito e i figli.
Recensione: Ho scoperto questo libro per puro caso su Goodreads, e vedendo che diverse perone lo avevano recensito molto positivamente mi sono incuriosita. Poi ho letto la trama e mi ha conquistata, insomma, dovevo leggerlo, e così sarà anche per i seguiti. L'inglese non è molto difficile, ma il fatto che è ambientato in un mondo fantastico si utilizzano termini specifici per le descrizioni, invece i dialoghi sono molto semplici e scorrevoli. Io non sono un'amante dei libri troppo romance, dove tutto il resto viene messo in secondo piano, in questo libro non sono molti, ma quelli che ci sono, sono davvero intensi e non sempre li ho apprezzati.
Kestrel, la protagonista, è un personaggio molto interessante, nonostante sia molto
portata alla strategia militare, ha una mente acuta e un occhio vigile. Purtroppo le opzioni che ha sono soltanto due e deve scegliere se sposarsi o se arruolarsi nell'esercito, il padre di lei è convinto che alla fine si arruolerà proprio per la sua indole fortemente indipendente. Ma Kestrel è molto legata alla sua musica e arruolarsi significherebbe rinunciarci. 
Arin è un personaggio particolare, che però non mi ha convinto al cento per cento. Molto generoso, convinto della sua causa, ha a cuore il suo popolo, gli Herrani, e nonostante il suo sia un passato difficile non si piega facilmente davanti a niente e nessuno. Un personaggio che ho amato particolarmente, nonostante tutto, è il generale Trajan, il padre di Kestrel. Un uomo che incarna tutti i valori Valoriani, severo ma a modo suo affettuoso nei confronti della figlia.
I personaggi secondari sono ben curati, non vengono messi da parte, anzi ognuno ha un ruolo molto importante nella storia, a partire da Cheat, dall'amica Jess, da Ronan. 
Ho apprezzato molto i richiami alla storia greco-romana, ma soprattutto le strategie di guerra, l'anticipare le mosse dell'avversario, il predisporre il campo di battaglia e scegliere le strategie da usare. Marie Rutkoski ha creato un mondo fantastico e ne ha curato tutti i dettagli, non solo per la trama in se ma soprattutto per l'ambientazione geografica, culturale e politica. Ha creato un mondo che intriga molto e poi con la mia formazione classicista non ho potuto che apprezzare i dettagli presi dal mondo classico.
Purtroppo il finale è stato un po troppo affrettato per i miei gusti, qualche pagina in più non sarebbe guastata. Ma tuttavia sono sicura che continuerò la saga. 
In generale è un libro carino, si vede che è stato ben curato e seguito nei dettagli, una lettura piacevole e soprattutto coinvolgente. 
Voto: 8/10

4 commenti:

  1. Desidero leggere questo libro da mesi ormai e la tua recensione non fa altro che incuriosirmi di più! Spero di poterlo avere tra le mie mani il più presto possibile.

    RispondiElimina
  2. Complimenti per la recensione! :)
    Spero di riuscire a leggerlo presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^
      Sono curiosa di sapere cosa ne pensi ;)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio se vi va ;)

Related Posts Plugin for Blogger...